Formato di stampa - Portale istituzionale del Comune di Nuoro


Sebastiano Satta

Inserito il 20/09/2014


Sebastiano Satta (Nuoro 1867 - Nuoro 1914)



Sebastiano Satta, considerato uno dei migliori poeti della Sardegna, fu avvocato, giornalista e si dedicò, privatamente, alla pittura anche per la stretta amicizia che lo legava ad Antonio Ballero, con cui maturò una comune sensibilità nei confronti della società barbaricina.

Dopo aver svolto il servizio militare a Bologna, si laurea in giurisprudenza a Sassari, esercitando la professione di avvocato fino al 1908 quando è colpito da paralisi. Non smette comunque di partecipare alla vita culturale di Nuoro, dettando i suoi versi più famosi dai quali emerge una forte umanità e un forte senso di appartenenza, caratteristiche espresse anche in pittura.

Di forte impatto i volti dei due acquerelli presenti nella collezione, Ritratto di ragazza e Ritratto di uomo con barba che sembrano fissare nel tempo brevi istanti, espressioni fugaci, quasi rubate.

L’olio su tavola Pastore con gregge rappresenta un importante tassello della “pittura identitaria” che all’inizio del Novecento caratterizza l’ambiente culturale isolano e lo mette in relazione con i movimenti artistici nazionali.

Si tratta di un’opera di piccole dimensioni ma di grande intensità, che profila l’adesione di Satta al simbolismo e alla critica sociale: il paesaggio è sommario e il pastore solitario, volgendosi sembra voler cercare un dialogo con la natura e le sue avversità.




« Ritorna all'indice





LE OPERE




Sebastiano Satta, Pastore con gregge, olio su tavola, cm 19x32
Sebastiano Satta, Ritratto di ragazza, acquerello su carta, cm 37,5x27,5
Sebastiano Satta, Ritratto di uomo con barba, acquerello su carta, cm 39,5x26,5


Questa pagina è tratta dal Portale del Comune di Nuoro - © Servizio Innovazione Informatica