Informativa scadenze IMU e TASI per l'anno 2019

Pubblicato: 29/05/2019 Letto: 2969 Aggiornato: 10/12/2019

Scadenza pagamento SALDO IMU e TASI al 16 dicembre


Comune di Nuoro
Settore Gestione delle Risorse
Servizio Tributi



Gentili contribuenti,

L’imposta municipale propria (IMU) e la tassa per i servizi indivisibili (TASI) sono componenti della IUC di natura patrimoniale, che hanno per presupposto il possesso di immobili.

***** IMU *****

La IMU non si applica al possesso dell'abitazione principale e della pertinenza della stessa, ad eccezione di quelle classificate nelle categorie catastali  A/1, A/8 e A/9.

Il calcolo della IMU si effettua applicando al valore imponibile dell’immobile l’aliquota deliberata annualmente dal Comune.

Anche per l’anno 2019 il Comune di Nuoro ha confermato le stesse aliquote previste per il 2018 .

Il pagamento deve essere effettuato, in autoliquidazione (cioè l’Ente non invia le richieste di pagamento ma ciascuno deve provvedere autonomamente ad effettuare il calcolo e il versamento in F24), in due rate scadenti il 16 giugno (acconto) e il 16 dicembre (saldo).

La concessione dell’immobile in comodato d’uso gratuito a parenti in linea retta comporta la riduzione della base imponibile al 50% se:
  • a) Il comodante non possiede nel territorio nazionale altri immobili destinati ad uso abitativo oltre a quello concesso in comodato e quello destinato all’abitazione principale;
  • b) Il contratto di comodato d’uso sia regolarmente registrato;
  • c) Il comodante risiede anagraficamente nello stesso comune in cui è situato l’immobile concesso in comodato.
***** TASI *****

La base imponibile della TASI ed il metodo di calcolo dell'imposta sono gli stessi dell’IMU.

La TASI è stata confermata con aliquota indistinta all’1 per mille per tutti gli immobili soggetti all’imposta.

La TASI è dovuta sia del proprietario che dell’eventuale utilizzatore diverso dal proprietario. In tal caso la percentuale a carico del proprietario è dell’80% mentre quella a carico dell’utilizzatore dell’immobile è del 20%.

Dal 2016 non è più dovuta la TASI per l’abitazione principale ad eccezione delle unità immobiliari destinate ad abitazione principale dal possessore nonché dall'utilizzatore classificate nelle categorie catastali  A/1, A/8 e A/9. Quindi la TASI non è dovuta per l’abitazione principale ne’ dal proprietario nè dall’inquilino.

L’immobile locato destinato dall’inquilino ad abitazione principale non comporta il pagamento del 20% della TASI. Pagherà per questa solo il locatore per l’80%.

Rimane invariata la TASI dovuta per immobili di categoria C e D localizzati nella zona industriale di Pratosardo per i quali l’Amministrazione Comunale, dall’anno 2016, ha deliberato una riduzione dell’80% dell’aliquota dell’1 per mille ; mentre dal 2017 la TASI per gli immobili aventi categoria catastale D10 Fabbricati per funzioni produttive connesse alle attività agricole”, ubicati in agro non è dovuta.

Resta confermata sia per l’IMU che per la TASI l’ulteriore riduzione corrispondente al 25% dell’imposta dovuta per gli immobili locati con canone concordato (cedolare secca). Tale riduzione si applica agli immobili locati ai quali già si applica sia l’aliquota agevolata del 7,6 per mille che la detrazione fiscale di € 200,00.

Il pagamento della TASI deve essere effettuato in autoliquidazione, contestualmente all’IMU, in due rate, scadenti il 16 giugno e il 16 dicembre.

La Responsabile del Servizio | Dr.ssa Marina Marchi

Il Dirigente del Settore | Dr. Francesco Rosu


 Calcolatore IMU e TASI di Riscotel 

torna all'inizio del contenuto