Al via il "Progetto LED 2018" di efficientamento energetico

Pubblicato: 09/07/2018 Letto: 558

COMUNE DI NUORO



Nuoro si rif il look e si illumina meglio, spendendo meno. A seguito della delibera della Giunta comunale approvata il 2 marzo scorso, sono iniziati a Nuoro i lavori di efficientamento energetico.
Il progetto, presentato dalla societ CO.GE.I e approvato dal Comune, prevede la conversione in nuovi apparecchi LED di tutti i punti luce gestiti dalla suddetta ditta, fatta eccezione per tre torrifaro, 36 attraversamenti pedonali e 5 proiettori che erano gi LED.

Il piano, fortemente voluto dall'amministrazione, mira a risolvere una serie di problematiche legate alla qualit dell'illuminazione garantita dagli impianti, che variano notevolmente. Sono state pi volte rilevate notevoli differenze tra gli impianti gestiti in house, caratterizzati dalla presenza di lampade ad elevato consumo (anche da 400 w) e in numerosi casi decisamente sovrailluminanti, e quelli dati in gestione, nei quali molto spesso i livelli di illuminazione risultano, per diversi motivi, insoddisfacenti.
Per porre rimedio a tali problematiche, la societ CO.GE.I, in quanto titolare del Contratto dappalto per la gestione integrata del servizio di illuminazione pubblica e realizzazione di interventi di efficienza energetica e di adeguamento normativo sugli impianti comunali con il finanziamento tramite terzi ha proposto il Progetto LED 2018.

Soddisfatto l'assessore ai Lavori pubblici Antonio Belloi. "Si tratta del primo intervento di efficientamento energetico sull'illuminazione pubblica. Sinora a Nuoro non era mai stato fatto di niente del genere. Un progetto possibile grazie all'impegno dell'amministrazione e ai numerosi incontri organizzati con la societ CO.GE.I con l'obiettivo di offrire alla citt un sistema di illuminazione rinnovato, pi eco-sostenibile ed efficiente".
"I lavori sono gi iniziati in via Mannironi, dove previsto anche anche un progetto di illuminazione pedonale", racconta l'assessore Belloi.


La proposta approvata dalla Giunta rappresenta inoltre un risparmio sia per quanto riguarda i consumi sia per lAmministrazione, che non avrebbe alcun costo di progettazione, fornitura e posa in opera a fronte di un aumento dellefficienza energetica dellimpianto, dellincremento del confort visivo e dunque della sicurezza stradale, oltre che un ulteriore risparmio economico sul canone di gestione residuo di 15 mila euro allanno, indipendentemente dagli esiti post progetto e dallandamento variabile del prezzo dellenergia.

torna all'inizio del contenuto