.

Opere pittoriche e scultoriche, poesie, brevi racconti, biografie, vignette, il calendario( a suo tempo censurato dalla direzione) ideato da un gruppo di detenuti del carcere di Bad 'E Carros. Un angolo è dedicato alla vicenda di Silvia Baraldini, cittadina onoraria di Nuoro.
In questo articolo, un resoconto fotografico dell'evento, accompagnato da una sentita lettera di ringraziamento dell'Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Nuoro, Graziano Pintori..."> ARTE E CARCERE : ALI DI LIBERTA' | Comune di Nuoro | Sito istituzionale

Indice articolo

Lettera dell'Assessore ai Servizi Sociali agli espositori

Pubblicato: 14/05/2004 Letto: 33331 Aggiornato:
Cari amici,

con la presente voglio esprimervi, anche a nome del Sindaco, i pi vivi ringraziamenti per la disponibilit e la sensibilit che avete dimostrato nel partecipare con le vostre opere alla mostra ?Arte e Carcere: Ali di Libert?
. Vi comunico che sono pervenute comunicazioni di apprezzamento sia per il tema trattato e sia per la qualit artistica delle opere esposte, tanto che l?assessorato regionale alla P.I. vorrebbe farne un evento itinerante fra le maggiori citt dell?isola. Se volete, questa proposta possiamo analizzarla in seguito.

Una bambina che ha visitato la mostra ha scritto: ? Sono rimasta colpita dai vostri quadri, ma soprattutto dalle vostre poesie che esprimono benissimo i vostri sentimenti, complimenti a tutti. Abbiate forza! ? ebbene, questo il segno che la mostra ha colpito la tenerezza e la sensibilit dei bambini; significa che l?arte scopre l?anima degli uomini ed in grado di regalare le vere ali della libert. Grazie di tutto e a tutti per:

- gli inquietanti prigionieri in terra cotta di Pietro Costa che hanno scosso molte coscienze;

- ai paesaggi visti da occhi incarcerati in luoghi nascosti;

- alle belle donne materne di Orgosolo di Vincenzo Floris e ai cerchi, ai sogni e all?acqua teneramente colorati da Rosetta Murru; - a Diego Asproni per quelle braccia e quelle gambe affaticate dei minatori di Buggerru, assassinati dal piombo dello sfruttamento;

- agli arazzi caldi e riposanti in una esplosione di colori di Nietta Condemi De Felice; - ai mosaici minuziosamente e caparbiamente assemblati da chi vede il tempo scorrere nel tempo infinito imposto da uomini ad altri uomini.

- Ancora grazie ai custodi etnici e culturali della nostra storia di sardi e ai delicati colori presi in prestito dalle stagioni sarde di Ferdinando Medda e alle ceramiche e figure raffinate ed eleganti di Salvatore Marras;

- alle belle donne di matita sognate e create, ma irraggiungibili, da coloro che sognano;

- alle case colorate e raggruppate come in un grande abbraccio affettuoso di PAT e al treno che affonda nel verde tra la gente che con gli sbuffi di fumo, nell?azzurro profondo, cerca una libert quasi naif di Lucio Piras;

- ai legni intagliati di Salvo Deiana che modella donne nevrotiche di citt stressate dal consumismo spudorato e immateriale.

Infine una particolare attenzione alla cella di Sivia Baraldini, una cella azzurra come i suoi occhi di cielo solcati dalle ali delle poesie e dai racconti, autobiografie e altro di Carmelo Musumeci, Evelino Loi, Cabras Mario, Giovanni Baralla, Alessandro Bozza, Antonio Faro, Aldo Gionta, Gennaro Giacovelli, Giuseppe Orr, Vincenzo Russo, Simone Ragazzi, Mario Serpa, Emilio Salvatore Sedda, Salvatore Sechi,, Fabrizio Zucca, Giovanni Mocci, Sebastiano Prino.

Un particolare ringraziamento alla Scuola Media n 4 di Nuoro per la disponibilit dimostrata e a tutti gli ospiti che hanno partecipato al dibattito finale che sono riusciti a porre il problema del sistema carcerario e dei carcerati al centro delle emergenze sociali e civili.

Per ultimo, non a caso, un ringraziamento e augurio a Luigi Ladu, detenuto da un tempo infinito e oggi in semilibert, perch riassapori al pi presto la piena libert compresa quella soffocata dai volti tragici e dagli occhi carichi d?ansia che lo osservano costantemente dai vivi colori dei suoi quadri.

Nuoro 13.05.2004
Graziano Pintori
Ass.re SS. Sociali ? Diritti di Cittadinanza
torna all'inizio del contenuto