Covid-19 - Ordinanza Regionale n. 20 del 2 maggio e n. 21 del 3 maggio del Presidente della Regione

Pubblicato: 02/05/2020 Letto: 2774 Aggiornato: 04/05/2020

Covid 19 - Rientro in Sardegna - Richiesta di autorizzazione



Vi informiamo che le norme per la richiesta di autorizzazione di chi deve rientrare in Sardegna, sono state prorogate fino al 17 maggio con ordinanza n. 21 del 03.05.2020.

Occorre compilare il nuovo modulo di autorizzazione aggiornato alle nuove regole per gli spostamenti.Le autorizzazioni straordinarie al trasporto possono essere richieste, esclusivamente per:
- esigenze lavorative
- assoluta urgenza
- motivi di salute
- rientro presso il proprio domicilio/abitazione/residenza.

Per potersi spostare è necessario richiedere l'autorizzazione al Presidente della regione compilando il modulo on line: https://sus.regione.sardegna.it/sus/covid19/init?fbclid=IwAR117YqbkaCsiD7MrbnzWdR5Vrmcqi6hFv0DvbxqA90-XX6Ms0ZwFYEWIa4 

Eventuali richieste di informazioni possono essere inviate: urp.emergenza@regione.sardegna.it.

 Protezione Civile - Comune di Nuoro 



ORDINANZA REGIONALE n. 21 del 3 maggio



PROROGA ISOLAMENTO FIDUCIARIO DI 14 GIORNI PER CHI ARRIVA IN SARDEGNA

L'ordinanza del Presidente n. 21 del 3 maggio 2020 proroga fino al 17 maggio 2020 gli effetti della precedente ordinanza n. 18 del 7 aprile 2020, che disponeva l'obbligo di isolamento fiduciario di 14 giorni per i soggetti in arrivo in Sardegna.

Sono esclusi da tale obbligo gli autotrasportatori, il personale di equipaggio di navi e aeromobili di linea in arrivo in Sardegna e gli autisti dei servizi navetta addetti ai loro trasferimenti, i quali sono tenuti a osservare specifiche misure di sicurezza.

Il provvedimento NON SOSTITUISCE l'ordinanza n. 20 del 2 maggio.

Leggi l'ordinanza n. 21 del maggio 2020 
Leggi l'ordinanza n. 18 del 7 aprile 2020 

Fonti:

ORDINANZA REGIONALE n. 20 del 2 maggio



Ulteriori misure straordinarie urgenti di contrasto e prevenzione della diffusione epidemiologica da COVID-19 nel territorio regionale della Sardegna. Ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica.

La nuova ordinanza che entrerà in vigore dal 4 maggio prevede, tra le altre, le seguenti attività:
- Ripresa dell’edilizia pubblica e privata, e della cantieristica nautica
- Riapertura di parchi, ville e giardini
- Attività motoria all’aperto senza il limite dei 200 metri e le attività nei centri sportivi
- Addestramento di cavalli e cani
- Ripresa della pesca sportiva
- Utilizzo seconde case insieme al proprio nucleo familiare purchè convivente per attività di manutenzione
- Manutenzione delle barche
- Cura degli orti, frutteti e giardini
- Vendita di cibi d’asporto
- Attività delle agenzie immobiliari e finanziarie
- Raccolta di legna, funghi, foraggio
- Tosatura delle pecore
- Riapertura di molti esercizi commerciali

Tutte le attività dovranno svolgersi nell’osservanza di regole di distanziamento e di igienizzazione, illustrate nell’ordinanza.

Restano proibite le cerimonie religiose aperte al pubblico, ma è prevista la ripresa delle funzioni religiose, con un protocollo di regole che i Vescovi stabiliranno nelle loro Diocesi.

Permangono le regole sugli arrivi in porti e aeroporti.

 Testo integrale dell'Ordinanza 

LINK UTILI
 Le misure del Governo per la fase 2 

 Comune di Nuoro - Protezione Civile 

torna all'inizio del contenuto