Benvenuto! - Sei in: Home page > Servizi Sociali > Registro badanti

Archivio Storico Comunale Salvatore Satta
Agenda Istituzionale del Sindaco
Consiglio Comunale: Convocazioni, ordini del giorno e resoconti stenotipici
Sardegna Click and Go
Traduttore
LOG-IN



Registrati

Password dimenticata

Cerca sul portale
Termini [c]:
Tipo di ricerca:


Calendario
Indietro di un mese Aprile 2017 Avanti di un mese
LMMGVSD
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Accade oggi Accade oggi...
 
Grande partenza Giro d'Italia - Sardegna 5 maggio 2017 - Tappa a Nuoro il 6 maggio
Articolo

Registro Pubblico degli Assistenti Familiari

Pubblicato il 28/06/2016 - Pagine: 1 - Letto: 3781 - Commenti: 0

Registro Pubblico degli Assistenti Familiari del Distretto Sociosanitario di Nuoro



PLUS
Distretto di Nuoro

(BITTI, DORGALI , FONNI, GAVOI, LODINE, LULA, MAMOIADA, NUORO, OLIENA, OLLOLAI, OLZAI, ONANI, ONIFERI, ORANI, ORGOSOLO, OROTELLI, ORUNE, OSIDDA, OTTANA, SARULE)

Comune di Nuoro
Ente Gestore


L'Ufficio di Piano del Distretto Sociosanitario di Nuoro sulla Base della Delibera della Giunta Regionale n. 45/24 del 07/11/2006 e ss.mm.ii. gestisce all’interno del proprio ambito territoriale il Registro Pubblico degli Assistenti Familiari. Di seguito vengono riportate le specifiche della procedura consultabile al link: http://www.regione.sardegna.it/j/v/48?s=1&v=9&c=64&c1=2770&idscheda=288376


Il Registro:
  • è unico per l'intera Regione, ma articolato per ambiti locali;
  • è istituito presso ogni Comune sede di distretto sanitario o ente gestore del piano locale unitario dei servizi (Ales, Alghero, Assemini, Cagliari, Carbonia, Ghilarza, Guspini, Iglesias, Isili, Macomer, Muravera, Nuoro, Olbia, Oristano, Ozieri, Quartu Sant'Elena, Sassari, Sanluri, Senorbì, Settimo San Pietro, Siniscola, Sorgono, Tempio Pausania, Tortolì);
  • consiste in una banca dati che riporta il nome, l'indirizzo, il recapito telefonico, i titoli di studio e professionali, le esperienze lavorative dei lavoratori e delle lavoratrici del settore ed ogni altra informazione utile fornita dagli interessati (ad esempio, preferenze sulle sedi di lavoro e sulle caratteristiche dell'assistito);
  • comprende, preferibilmente in una sezione specifica, l’elenco degli assistenti familiari che offrono una disponibilità di lavoro limitata a poche ore nell’arco della giornata o a pochi giorni nell’arco della settimana;
  • è pubblico, viene aggiornato almeno ogni 6 mesi e può essere consultato presso i comuni, le province, le aziende sanitarie ed i centri per l'impiego.
Gli enti gestori provvederanno, inoltre, a rendere pubblica la disponibilità degli assistenti familiari a svolgere il lavoro nelle ore notturne o in sedi diverse dai comuni del distretto sanitario.

Ricevuta la domanda di iscrizione, l’Ente gestore esaminerà la documentazione, valuterà i requisiti ed approverà l'inserimento del richiedente nel registro.

Una volta iscritto, l'assistente familiare riceverà un tesserino identificativo che riporterà le generalità, la data di iscrizione al registro, il periodo di validità (un anno) e la foto. Alla scadenza, decorsa dopo un anno dall’iscrizione, sarà cura dell’iscritto ripresentare istanza di rinnovo, allegando la documentazione aggiornata.

Qualunque variazione dei dati personali e dei requisiti professionali dovrà essere tempestivamente comunicata dall'assistente familiare all'Ente che gestisce il registro il quale provvederà all'aggiornamento.

La perdita di anche uno solo dei requisiti per l'iscrizione dovrà essere comunicata all'Ente gestore e comporterà la cancellazione dal registro e la restituzione del tesserino.

Destinatari:
  • persone che intendono svolgere l'attività di assistente familiare (badante)
Requisiti:

possono iscriversi al registro coloro che:
  • abbiano compiuto 18 anni;
  • se cittadini stranieri, siano in possesso di regolare permesso di soggiorno;
  • se stranieri, abbiano una sufficiente conoscenza della lingua italiana;
  • se cittadini italiani, abbiano assolto l'obbligo scolastico;
  • non abbiano conseguito condanne penali passate in giudicato e non abbiano carichi penali pendenti;
  • siano di sana e robusta costituzione fisica, attestata da certificato di idoneità generica all’impiego;
  • abbiano frequentato, con esito positivo, un corso di formazione professionale teorico-pratico, relativo all'area dell'assistenza alla persona, della durata di almeno 200 ore oppure siano in possesso della qualifica professionale relativa all'area dell'assistenza socio-sanitaria e riferita all'area di cura alla persona. Saranno riconosciuti validi i titoli esteri equipollenti riconosciuti dal Ministero delle politiche sociali. Tali titoli dovranno essere consegnati tradotti in lingua italiana.
In attesa che la Regione attivi specifici corsi di formazione per badanti, l'Ente che gestisce il registro potrà:
  • ritenere validi, purché adeguati sotto il profilo della durata e dei contenuti, i corsi attivati dai comuni e da altri enti pubblici (vedi nota 1);
  • iscrivere nel registro coloro che, con regolare assunzione, abbiano maturato un'esperienza lavorativa, documentata, di almeno 12 mesi nel campo della cura domiciliare alla persona.
Documentazione:
  • domanda di iscrizione al registro (link a fine pagina), compilata sul modulo predisposto dall'Ente che lo gestisce ed accompagnata dalla documentazione relativa al possesso dei requisiti.
Descrizione del procedimento:
  • La Regione ha istituito il registro degli assistenti familiari per favorire la diffusione di un servizio di assistenza qualificato e regolare a beneficio sia dei lavoratori del settore che delle famiglie con anziani o disabili che necessitano di questo tipo di prestazioni (vedi nota 2).
Normativa di Riferimento:

ALLEGATI E MODULISTICA