Benvenuto! - Sei in: Home page > Servizi Sociali > Interventi di aiuto e sostegno

Archivio Storico Comunale Salvatore Satta
Agenda Istituzionale del Sindaco
Consiglio Comunale: Convocazioni, ordini del giorno e resoconti stenotipici
Sardegna Click and Go
Traduttore
LOG-IN



Registrati

Password dimenticata

Cerca sul portale
Termini [c]:
Tipo di ricerca:


 
117a Festa del Redentore
Articolo

Assegno Nucleo Familiare e Maternità - Anno 2017

Pubblicato il 02/03/2017 - Pagine: 1 - Letto: 6072 - Commenti: 0

Concessione di Assegno Nucleo Familiare e Maternità - Anno 2017



Comune di Nuoro
Settore 6 Politiche Sociali


AVVISO PUBBLICO

ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE CON ALMENO TRE FIGLI MINORI E ASSEGNO DI MATERNITA’ DEI COMUNI – ANNO 2017


Si rende noto che:
  • L’art. 65, comma 4, della Legge 448/98 e successive modifiche e integrazioni, prevede la concessione di un assegno in favore dei nuclei familiari, composti da cittadini italiani e dell’Unione Europea residenti, cittadini di paesi terzi che siano soggiornanti di lungo periodo, nonché dai familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno e del diritto di soggiorno permanente (art. 65, comma 1 della L. 448/98 come modificato dall’art. 13 della L. 96/2013), ovvero cittadini di paesi terzi in possesso dello status di rifugiato politico o di permesso di soggiorno per protezione sussidiaria (art. 27 del D.Lgs. 19 novembre 2007, n. 251), con tre o più figli tutti con età inferiore a 18 anni. Per l’anno 2017, il valore dell’ISEE (indicatore della situazione economica equivalente) di cui al decreto 31 marzo 1998, n. 109, è pari a € 8.555,99; l’importo dell’assegno se spettante nella misura intera è pari a € 141,30 mensili per tredici mensilità, importo annuale € 1.836,90. Per avere diritto al beneficio è necessario essere residenti nel Comune di Nuoro e presentare domanda all’Ufficio Protocollo del Comune di Nuoro entro il 31 gennaio 2018, utilizzando l’apposito modulo, allegando tutta la documentazione richiesta.

  • L’art. 74 del Decreto Legislativo 26 marzo 2001, n. 151 stabilisce che per ogni figlio nato o per ogni minore che faccia ingresso nella famiglia anagrafica a seguito di affido preadottivo o di adozione, alle donne residenti, cittadine italiane, comunitarie, non comunitarie residenti in Italia (in possesso della carta di soggiorno di cui all’art. 9 del D. Lgs. 25 luglio 1998 n. 286, oggi sostituita da “permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo (art. 1 del D. Lgs. 8 gennaio 2007, n. 3), in tale ipotesi anche il figlio che non sia nato in Italia o non risulti cittadino di uno Stato dell’Unione Europea, deve essere in possesso di analogo permesso; essere cittadina non comunitaria ma in possesso della “carta di soggiorno per i familiari del cittadino comunitario non aventi la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea; essere cittadina in possesso della “carta di soggiorno permanente per i familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro” (artt. 10 e 17 del D. Lgs. 6 febbraio 2007, n. 30); essere cittadina straniera in possesso dello status di rifugiata politico o di permesso di soggiorno per protezione sussidiaria (art. 27 del D. Lgs. 19 novembre 2007 n. 251); essere cittadina extracomunitaria titolare del permesso unico del lavoro (art. 12 C. 1 lettera e) Direttiva Europea 2011/98/UE) o con autorizzazione al lavoro o familiare di cittadino extracomunitario titolare del permesso unico del lavoro con autorizzazione al lavoro, ad eccezione delle categorie escluse dal D. Lgs. 40/2014), che non beneficiano di altra tutela economica della maternità da parte dell’INPS o di altri enti previdenziali, è concesso un assegno di maternità dei comuni. L’assegno può essere concesso ad integrazione di forme di tutela parziali inferiori all’importo del contributo. L’importo da corrispondere agli aventi diritto per l’anno 2017, se spettante nella misura intera, è pari a € 338,89 mensili, per 5 mesi, per complessivi € 1.694,45. Per le domande relative ai bambini nati nell’anno 2016, il valore dell’ISEE (indicatore della situazione economica equivalente), è pari a € 16.954,95. La domanda di concessione, da presentare all’Ufficio di Protocollo del Comune di Nuoro, utilizzando l’apposito modulo, deve pervenire entro 6 mesi dalla data del parto, ovvero dall’entrata del bambino nella famiglia anagrafica della donna, allegando tutta la documentazione richiesta.
I moduli di domanda potranno essere ritirati all’ingresso del Palazzo Civico in Via Dante n. 44, presso l’Ufficio Amministrativo del Settore 6 Politiche Sociali (ubicato al piano terra del Palazzo Civico in Via Dante n. 44 – stanza n. 3) o scaricati direttamente dai link a fondo pagina.

Per ogni ulteriore chiarimento rivolgersi al Responsabile del Procedimento – Giovanna Musu – Ufficio Amministrativo del Settore 6 Politiche Sociali del Comune di Nuoro – Via Dante n. 44 – Tel. 0784/216867 – e-mail giovanna.musu@comune.nuoro.it.



Il Dirigente
Dott. Francesco Rosu



SCARICA LA DOCUMENTAZIONE E LA MODULISTICA


CONCESSIONE ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE CON ALMENO TRE FIGLI MINORI

CONCESSIONE ASSEGNO DI MATERNITA'