Benvenuto! - Sei in: Home page > Cultura e Sport > Eventi e immagini

Archivio Storico Comunale Salvatore Satta
Agenda Istituzionale del Sindaco
Consiglio Comunale: Convocazioni, ordini del giorno e resoconti stenotipici
Sardegna Click and Go
Traduttore
LOG-IN



Registrati

Password dimenticata

Cerca sul portale
Termini [c]:
Tipo di ricerca:


Calendario
Indietro di un mese Giugno 2017 Avanti di un mese
LMMGVSD
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930

Accade oggi Accade oggi...
Articolo

Archeo Arci Nuoro: Conclusione 12° corso di archeologia e calendario Archeo Arci 2012

Pubblicato il 16/12/2011 - Pagine: 1 - Letto: 8631 - Commenti: 0

Archeo Arci Nuoro: Conclusione 12° corso di archeologia e calendario Archeo Arci 2012


Gennaio 2012 
dal calendario Archeo Arci 2012 (click per ingrandire l'immagine)
Gennaio 2012
dal calendario Archeo Arci 2012
(click per ingrandire)
Fine lezioni mercoledì 30 novembre 2011

Capita a me, ai soci archeoarci, credo anche a voi, di vivere oggi due tipi di sensazioni: da un lato l’appagamento per la conclusione, comunque, di lunghe giornate di fatiche e di impegno, dall’altro, l’idea di non abbandonare la funzione di tutela e di trincea avanzata nel campo della divulgazione archeologica. La finalità della nostra Associazione è quella di promuovere attività culturali e soprattutto promuovere lo studio e la conoscenza dell’archeologia in particolare di quella sarda.

Siamo ormai una sorta di comunità scientifica, che grazie al supporto e all’aiuto generoso dei più autorevoli studiosi delle Università e delle soprintendenze sarde, creiamo un focus di attenzione non solo nel nuorese.

Debbo dire questo, in una stagione nella quale la stessa cultura, più che essere se stessa, è talvolta diventata campo di risulta per conflitti di altra natura; a farne le spese sono proprio quegli spazi che rimangono ancora orientati verso il sapere e verso i beni immateriali.
Le vicende del MAN, di questi giorni, sono emblematici. Noi non diamo giudizi, ma vivendo e operando fuori da qualsiasi interesse, se non quello della cultura, non possiamo non denunciare la situazione con profonda tristezza.

Cosi come, lo dico pubblicamente, ci preoccupano le notizie sul sito archeologico di Tiscali, le notizie e anche ciò che personalmente vediamo nelle frequenti visite. Se l’unica capanna in elevato viene giù per l’incuria, per la mancanza di fondi, nonostante i disperati appelli degli amministratori locali e degli operatori culturali, beh, tutti avremmo un pezzo di colpa. Vogliamo anche noi gridare da qui la nostra preoccupazione.

Siamo alle battute finali del 12° corso.

Mese intenso, partecipato, sempre attorno alle 120/130 persone, attente, motivate e mai manifestanti segni di stanchezza. Anzi.

Le lezioni qui alla biblioteca e ringrazio ancora la commissaria, Prof.ssa Vannina Mulas, il direttore Tonino Cugusi, il tecnico Pasquale Mereu, hanno sempre avuto lo spessore della ricerca scientifica di alto livello, anche quando sono state rese funzionali ad una comprensibile divulgazione.

Il medioevo di Franco Campus, tra donne,cavalieri, armi, amori, monaci benedettini, giudici e principesse, ce lo siamo trovato davanti, spalancato ai nostri occhi, come epoca della nostra storia non lontana, con risvolti ancora inesplorati che hanno catturato davvero il nostro interesse.

Le monete e i commerci, di Enrico Piras, dolenti note oggi, ma speriamo che la storia sia ancora maestra di vita!!

Le immersioni che quasi quasi abbiamo fatto anche noi con Ignazio Sanna e la sua collaboratrice: dall’immaginario, appunto alla realtà, cosi ricca e suggestiva nei fondali dei mari di Sardegna.
La statuaria nella nostra isola, gli Are in barbagia, che come abbiamo potuto ammirare qualche giorno fa, testimoniano, non solo e non tanto la profondità del sacro e della religiosità mistica nelle aree rurali del Nuorese, ma anche l’affresco di una società colta, ricca di storia e di tradizioni, con quei dipinti di Fonni e di Orani raffiguranti volti e costumi di autentici uomini di barbagia.

Abbiamo girato la Sardegna in lungo e in largo. Con interesse sempre crescente, fissando sul campo le acquisizioni teoriche.

Dal castello Urguglioso di Silius, ai menhir di Biru e Concas, a sos Furrighesos, alle pitture delle nostre chiese sino a, domenica, al cuore della cultura nuragica, Santa Cristina e Losa.

Quest’ultima fatica alla prof.ssa Anna Depalmas, ricercatore presso la facoltà di lettere dell’Università di Sassari, che oggi ci preparerà parlando di “ Fonti e pozzi sacri della Sardegna nuragica”.

Consentitemi infine di ringraziare i soci dell’Archeoarci, senza la loro costanza la nostra piccola storia finirebbe in fretta, e voi che fate sacrifici venendo anche da lontano e dimostrando che la cultura è al centro dei vostri interessi.

Forse la cultura non da pane, ma alimenta in noi sentimento e sapere. Per questo continuiamo. Via auguro buone feste di fine anno.

Abbiamo realizzato anche quest’anno il calendario fotografico 2012, segnando i mesi che scorrono con foto fatte da noi, durante le nostre escursioni, con le nostre macchine fotografiche.


Tina Santoni
Presidente Archeoarci Nuoro