Benvenuto! - Sei in: Home page > Cittadino > Avvisi

Archivio Storico Comunale Salvatore Satta
Agenda Istituzionale del Sindaco
Consiglio Comunale: Convocazioni, ordini del giorno e resoconti stenotipici
Traduttore
LOG-IN



Registrati

Password dimenticata

Cerca sul portale
Termini [c]:
Tipo di ricerca:


Articolo

Servizio Ambiente: Applicazione del D.M. 16/01/2004, n. 44 relativo alla limitazione delle emissioni di composti organici volatili (COV) derivanti dagli impianti a ciclo chiuso per la pulizia a secco di tessuti e di pellami (escluse pellicce) e per le pulitintolavanderie a ciclo chiuso

Pubblicato il 04/03/2005 - Pagine: 1 - Letto: 22306 - Commenti: 0

AVVISO


Comune di Nuoro
Settore LL.PP. Manutenzioni e Ambiente

In materia di inquinamento atmosferico, disciplinato dal D.P.R. 24 Maggio 1988 n. 203, è stato emanato il D.M. 16 gennaio 2004, n. 44, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 26 febbraio 2004 n. 47, in assunzione della Direttiva Europea 1999/13/CE, relativa alla limitazione delle emissioni di composti organici volatili derivanti dalle attività degli impianti a ciclo chiuso per la pulizia a secco di tessuti e di pellami (escluse pellicce) e per le pulitintolavanderie a ciclo chiuso.

Il suddetto Decreto Ministeriale è stato recepito dalla Regione Sardegna con apposita Deliberazione della Giunta adottata in data 10.02.2005 in corso di pubblicazione sul BURAS.

L’entrata in vigore del D.M. n. 44/04, comporta che i gestori degli impianti a ciclo chiuso per la pulizia a secco di tessuti e di pellami (escluse pellicce) e per le pulitintolavanderie a ciclo chiuso, già autorizzati prima dell’entrata in vigore della normativa in argomento (12 marzo 2004) trasmettano all’Assessorato della Difesa dell’Ambiente della Regione Sardegna, entro il 12 marzo 2005, secondo uno schema apposito (Allegato 3), una relazione tecnica contenente la descrizione dell’attività, delle tecnologie adottate per ridurre l’inquinamento, della qualità e quantità di emissioni e, dove necessario, un progetto di adeguamento da realizzarsi non oltre il 31.10.2007.

I nuovi impianti, cioè quelli per i quali è stata inoltrata istanza di autorizzazione successivamente all’entrata in vigore del D.M. n. 44/2004, devono essere adeguati fin dalla loro messa in esercizio.

Secondo quanto disposto all’art, 9 del succitato D.M. n. 44/04, la Regione provvede a rilasciare autorizzazioni di carattere generale per gli impianti a ciclo chiuso di pulizia a secco di tessuti e pellami, (escluse pellicce) e per le pulitintolavanderie a ciclo chiuso (finora esentati da autorizzazione ai sensi dell’art. 2 del D.P.R. 25.07.1991).

In particolare si avvisano i titolari delle attività in argomento che intendono avvalersi dell’autorizzazione in via generale, che debbono presentare apposita dichiarazione secondo il modello riportato nell’ Allegato 1, corredata della prevista scheda tecnica di cui all’Allegato 2, punto B) e sono tenuti al rispetto delle prescrizioni di cui al punto A) del medesimo Allegato.

Si evidenzia che l’art. 2, comma 1 lett.s) del D.M. n, 44/04, dispone che si considerano esistenti gli impianti in esercizio al 12 marzo 2004.

Copia della predetta documentazione dovrà essere contestualmente inviata all’Amministrazione Provinciale, al Sindaco a all’A.R.P.A. dove istituita, o nelle more, al Presidio Multizonale di Prevenzione dell’Azienda USL competente per territorio.

Il Dirigente
Ing. Antonio Gaddeo