Benvenuto! - Sei in: Home page > Attivita e Procedimenti > Tipologie di procedimento

Archivio Storico Comunale Salvatore Satta
Agenda Istituzionale del Sindaco
Consiglio Comunale: Convocazioni, ordini del giorno e resoconti stenotipici
Sardegna Click and Go
Traduttore
LOG-IN



Registrati

Password dimenticata

Cerca sul portale
Termini [c]:
Tipo di ricerca:


Calendario
Indietro di un mese Giugno 2017 Avanti di un mese
LMMGVSD
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930

Accade oggi Accade oggi...
Articolo

Informativa sui contrassegni invalidi

Pubblicato il 21/12/2016 - Pagine: 1 - Letto: 2850 - Commenti: 0

Contrassegno invalidi - Informativa completa




Comune di Nuoro
Servizio Autonomo Polizia Locale
Ufficio Tecnico del Traffico

via Lamarmora 171, 08100 Nuoro – tel. 078430122 mail: pm.traffico@comune.nuoro.it


A sinistra il vecchio contrassegno invalidi 
a destra il nuovo contrassegno dell'Unione Europea (click per ingrandire l'immagine)
A sinistra il vecchio contrassegno invalidi
a destra il nuovo contrassegno dell'Unione Europea
(click per ingrandire)


Il contrassegno invalidi è una speciale autorizzazione rilasciata dal Comune di residenza che permette di sostare nelle aree destinate alle persone con disabilità e consente altre agevolazioni per la mobilità delle persone con disabilità.

Viene rilasciato, previa domanda dell’interessato, dall’Ufficio Tecnico del Traffico della Polizia Locale del Comune di Nuoro e va esposto sul veicolo utilizzato dalla persona con disabilità o dal suo accompagnatore.

Fino al 15 settembre 2012 il contrassegno era un tagliando di colore arancione, con il simbolo nero della sedia a rotelle, da tale data è entrato in vigore il nuovo modello (vedi figura) che, oltre ad avere validità su tutto il territorio nazionale come il precedente è riconosciuto da tutti i Paesi membri dell'Unione europea. Il contrassegno di colore arancione, rilasciato in precedenza, ha cessato la sua validità a settembre 2015 e va quindi richiesta la sua sostituzione a cura del titolare.



POSSONO RICHIEDERE IL CONTRASSEGNO

Le persone invalide con effettiva capacità deambulatoria sensibilmente ridotta e i non vedenti, riconosciuta dall'ASL, Azienda Sanitaria Locale di appartenenza o in possesso di un verbale di invalidità (di Commissione Medica Provinciale).

ISTRUZIONI PER IL RILASCIO DEL CONTRASSEGNO

Il rilascio, il rinnovo o il duplicato per smarrimento o deterioramento del contrassegno è gratuito.

Il richiedente deve inoltrare all’Ufficio Protocollo del Comune di Nuoro, via Dante 44, domanda su apposita modulistica. Il modulo può essere inoltre ritirato direttamente presso gli Uffici di Polizia Locale in via Lamarmora 171 o richiesto tramite mail all’indirizzo: pm.traffico@comune.nuoro.it.

La consegna del contrassegno viene effettuata dalla Polizia Locale di Nuoro, via Lamarmora 171, presso l’Ufficio Tecnico del Traffico.


ALLA DOMANDA VANNO ALLEGATI
  • due foto formato tessera della persona con disabilità;
  • copia di un documento di identità della persona con disabilità in corso di validità;
  • certificato medico rilasciato dalla ASL di competenza, servizio di Medicina legale in originale;
    o, in alternativa:
    verbale di invalidità civile della Commissione Medica Provinciale per l'Accertamento dell'Handicap con la dicitura “Deambulazione impedita o sensibilmente ridotta” o "Ricorrono le previsioni di cui all'art. 381 del DPR 495/1992".

SMARRIMENTO FURTO O DETERIORAMENTO DEL CONTRASSEGNO

In caso di smarrimento, furto o deterioramento del contrassegno è possibile richiedere un duplicato.

ALLA DOMANDA, DA EFFETTUARSI SUL MEDESIMO MODULO E NELLE STESSE MODALITA’ DEL PUNTO PRECEDENTE, VANNO ALLEGATI:
  • la denuncia di furto (da non presentare in caso di deterioramento);
  • due foto formato tessera della persona con disabilità;
  • copia di un documento di identità della persona con disabilità in corso di validità.

VALIDITA’ DEL CONTRASSEGNO

Per le invalidità permanenti il contrassegno ha validità 5 anni, per il rinnovo è sufficiente un certificato del medico curante (medico di famiglia) che attesti il persistere delle condizioni che hanno dato luogo al rilascio.

Per le invalidità temporanee, la validità è indicata dal medico direttamente sul certificato, qualora alla scadenza sia necessario richiedere una proroga è necessario richiedere un nuovo certificato medico all’ASL di Nuoro.


COME SI UTILIZZA

Il contrassegno è strettamente personale, non cedibile, non vincolato a un singolo veicolo e deve essere utilizzato solo quando il titolare è a bordo del veicolo.

Il contrassegno deve essere esposto in originale in modo ben visibile sul parabrezza anteriore del veicolo al servizio del disabile, nel verso dove è riportato il simbolo della carrozzina.

Non sono ammesse fotocopie, scannerizzazioni o contraffazioni del contrassegno invalidi:
in tali casi si incorre nel sequestro del documento non originale, nella sanzione amministrativa, e, in caso di contraffazione, nella denuncia penale. L’uso improprio del contrassegno, oltre alle sanzioni previste, ne comporta il ritiro immediato da parte degli agenti preposti al controllo ed è seguito, in caso di abuso nell’utilizzo dello stesso, dalla revoca del titolo autorizzativo. Il ritiro e l’eventuale successiva revoca sono previsti anche quando il contrassegno è esposto con validità scaduta.


DOVE SI UTILIZZA

Il contrassegno va utilizzato in modo principale, negli appositi stalli di sosta destinati agli invalidi, in mancanza di questi o nel caso che gli stessi siano occupati da altri aventi diritto, il veicolo può essere parcheggiato gratuitamente negli spazi a pagamento o, in divieto di sosta sempre che non venga creato intralcio alla circolazione di veicoli e pedoni.

Nel Comune di Nuoro la sosta negli spazi a pagamento, in deroga a quanto previsto dal C. d. S. che prevede il pagamento della prima frazione orario senza l’obbligo di spostare il veicolo è gratuita su volontà dell’Amministrazione Comunale e dell’A.T.P., azienda che gestisce gli stalli di sosta a pagamento.

IL CONTRASSEGNO NON CONSENTE LA DEROGA AI DIVIETI DI SOSTA PREVISTI DAGLI ARTICOLI 157, 158 E ALTRE DISPOSIZIONI DEL CODICE DELLA STRADA IN CUI SIA PREVISTA LA RIMOZIONE O IL BLOCCO DEI VEICOLI E IN CASI IN CUI IL VEICOLO RECHI GRAVE INTRALCIO ALLA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI E DEI PEDONI.

Non è quindi possibile:
  • 1. la sosta su strada a senso unico senza spazio sufficiente al transito di altri veicoli (almeno 3 metri);
  • 2. la sosta su attraversamento pedonale;
  • 3. la sosta in prossimità o in corrispondenza di intersezioni;
  • 4. la sosta in corrispondenza di dosso o curva;
  • 5. la sosta in prossimità o corrispondenza di segnali stradali verticali o semaforici impedendone la visuale;
  • 6. la sosta in corrispondenza dei segnali orizzontali di preselezione e lungo le corsie di canalizzazione;
  • 7. la sosta in corrispondenza di passi carrabili;
  • 8. la sosta sul marciapiede;
  • 9. la sosta in seconda fila.
nel caso in cui sul veicolo sia esposto il contrassegno disabili, non si ha il blocco o la rimozione del veicolo, ma in caso di grave intralcio o pericolo alla circolazione è consentito lo spostamento in un'area limitrofa sicura.


GLI SPAZI PER LA SOSTA

Su richiesta degli interessati possono essere realizzati, su strada pubblica, stalli di sosta per invalidi in prossimità delle abitazioni degli stessi. Il Regolamento del Codice della Strada, non prevede l'obbligatorietà da parte dei Comuni alla concessione di tali aree, se non ricorrono particolari condizioni di disabilità e se la zona ove il disabile risiede, non risulta essere ad alta densità di circolazione.

L’invalido che fa richiesta di uno stallo di sosta, deve, di norma, essere titolare di patente di guida ed avere la disponibilità di un veicolo intestato, non deve inoltre essere titolare di garage o posto auto.

Nel Comune di Nuoro non vengono concessi stalli di sosta personalizzati (con il numero del contrassegno stampato sul cartello stradale) in quanto, un buco normativo, non prevede sanzione per un altro eventuale soggetto munito di contrassegno che utilizzi tale spazio.


RIFERIMENTI NORMATIVI


IL DIRIGENTE di P.L.
Dr. Francesco Rosu