Benvenuto! - Sei in: Home page > Ambiente > Risparmio energetico

Archivio Storico Comunale Salvatore Satta
Agenda Istituzionale del Sindaco
Consiglio Comunale: Convocazioni, ordini del giorno e resoconti stenotipici
Sardegna Click and Go
Traduttore
LOG-IN



Registrati

Password dimenticata

Cerca sul portale
Termini [c]:
Tipo di ricerca:


Calendario
Indietro di un mese Ottobre 2017 Avanti di un mese
LMMGVSD
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Accade oggi Accade oggi...
Articolo

Assessorato all'Ambiente: Decalogo di comportamento per il risparmio dell'energia.

Pubblicato il 03/02/2006 - Pagine: 1 - Letto: 19465 - Commenti: 0

Decalogo di comportamento per il risparmio dell'energia


Decalogo di comportamento per
il risparmio dell'energia
Decalogo di comportamento per
il risparmio dell'energia
L'Assessore all'Ambiente Antonio Deriu dichiara guerra allo spreco di energia e lo fa promuovendo il decalogo di comportamento diffuso dalla Prefettura che dovrà essere seguito dai cittadini ma anche dai responsabili degli uffici pubblici.

A pochi giorni dalla promulgazione del decreto del Governo che prescrive di abbassare di un grado il riscaldamento delle abitazioni e di diminuire di un'ora il tempo di accensione degli impianti, l'assessore Deriu ha predisposto una serie di indicazioni da dare ai cittadini per il risparmio energetico.

Il decalogo è scaturito dalla conferenza permanente dello stato dei servizi pubblici statali nella Provincia convocata dal Prefetto Antonio Pitea lo scorso 25 gennaio.

"Sono due le linee che come amministratore seguirò per fare in modo che si sprechi meno energia possibile poiché - è bene precisarlo - l'emergenza non riguarda solo il gas ma l'energia derivante da qualsiasi combustibile fossile" spiega l'Assessore Deriu.

"Prima di tutto ci occuperemo di sensibilizzare i cittadini cercando di diffondere al massimo il decalogo predisposto dalla Prefettura e poi creeremo all'interno della amministrazione comunale un "Ufficio dell'Energia" che si occuperà della vigilanza per ciò che riguarda gli sprechi di energia, di monitorare tutto il fabbisogno energetico, non solo in termini di energia elettrica ma anche di combustibili (gasolio per riscaldamento e autotrazione, gas) di tutti gli uffici comunali per limitare gli sprechi e razionalizzare l'uso dell'energia".

È la legge - precisa l'Assessore - a dare al comune il compito di vigilare". L'ufficio avrà il compito di occuparsi di tutto ciò che riguarda il risparmio energetico, compresa la vigilanza sugli edifici pubblici e sulle reali condizioni di caldaie negli edifici privati. "Ma potrà anche intervenire - precisa l'Assessore - per fare in modo che le nuove abitazioni vengano costruite secondo i canoni previsti per il risparmio energetico, intervenendo anche in sede di rilascio delle concessioni edilizie.

Gli enti locali e gli Amministratori eletti secondo il Decreto Legislativo 192/2005 - sono responsabili della gestione di un largo patrimonio immobiliare e della messa a disposizione dei cittadini di tutta una serie di servizi come il municipio, le scuole, piscine, teatri, strutture sociali ma anche l'illuminazione pubblica e la raccolta dei rifiuti. In questi e in molti altri campi si deve intervenire per il risparmio energetico, come prescrive la legge 10/91".

Intanto però l'assessore in accordo con la prefettura ed il Comando Provinciale Vigili del Fuoco, ha attivato le procedure per riunire immediatamente tutti gli amministratori di condomino del comune di Nuoro, in modo tale da poter fare in tempi rapidi un quadro della situazione nuorese e attivare delle concrete azioni per diminuire lo spreco energetico. "Abbiamo iniziato dando il buon esempio in comune - conclude l'assessore- sostituendo le lampadine della stanza del sindaco con lampadine a basso consumo. Speriamo di riuscire a farlo in tutti gli edifici pubblici e che anche i cittadini seguano questo esempio".