Benvenuto! - Sei in: Home page > Ambiente > Rifiuti urbani

Archivio Storico Comunale Salvatore Satta
Agenda Istituzionale del Sindaco
Consiglio Comunale: Convocazioni, ordini del giorno e resoconti stenotipici
Sardegna Click and Go
Traduttore
LOG-IN



Registrati

Password dimenticata

Cerca sul portale
Termini [c]:
Tipo di ricerca:


Calendario
Indietro di un mese Giugno 2017 Avanti di un mese
LMMGVSD
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930

Accade oggi Accade oggi...
Articolo

Settore Ambiente e Manutenzioni: Servizio di raccolta dei rifiuti urbani e assimilati - raccolta domiciliarizzata “porta a porta”
Ordinanza contenente le prescrizioni per il corretto conferimento delle frazioni di rifiuti avviate a raccolta differenziata
Aggiornamento delle sanzioni previste a seguito delle modifiche legislative in materia di decoro urbano - Legge n. 94 del 15/07/2009

Pubblicato il 01/07/2010 - Pagine: 1 - Letto: 23785 - Commenti: 0

Servizio di raccolta dei rifiuti urbani e assimilati - raccolta domiciliarizzata “porta a porta” - Ordinanza n. 131/2010


COMUNE DI NUORO
Settore Ambiente Manutenzioni

L’introduzione del sistema integrato di gestione dei rifiuti urbani ed assimilati e della raccolta domiciliarizzata “porta a porta” ha consentito, grazie alla collaborazione dei cittadini, il raggiungimento di importanti risultati sui quantitativi di raccolte differenziate e di rispetto degli obblighi stabiliti ex legge in materia.

Per poter consolidare ed ampliare questi risultati ed al fine di migliorare tale sistema di raccolta, garantendo il pieno rispetto dell’ambiente ed al fine di consentire un maggior decoro della città, si rende necessario responsabilizzare maggiormente tutte le utenze interessate.

Viste le modifiche legislative introdotte in tema di decoro urbano, che consentono alle amministrazione comunale di rendere pienamente efficace l’azione deterrente delle sanzioni amministrative, sono stati adottati gli aggiornamenti previsti, riportati nella seguente ordinanza.


Il Dirigente Settore Manutenzioni e Ambiente
Ing. Maria Manca


Ordinanza N. 131/2010 - Prot. n. 32247/SG - Nuoro, lì 29/06/2010


COMUNE DI NUORO
Settore Ambiente Manutenzioni

IL DIRIGENTE

VISTO il Decreto Legislativo 3 aprile 2006 n.152 recante “Norme in materia ambientale” e in particolare:
  • l’art. 198 che demanda ai Comuni la disciplina della gestione dei rifiuti urbani con appositi regolamenti, nel rispetto dei principi di trasparenza, efficienza, efficacia ed economicità;
  • l’art. 205 che dispone l’attivazione delle raccolte differenziate dei rifiuti urbani;
VISTA la Deliberazione di Giunta Regionale n°15/32 del 30/03/2004 come modificata dalla D.G.R. N. 14/12 del 4.4.2007 e dalla D.G.R. n° 73/7 del 20/12/2008 di approvazione del Piano regionale di gestione dei rifiuti;

VISTO il “Regolamento per la gestione dei rifiuti urbani e assimilati e delle frazioni recuperabili raccolte in via differenziata”,(di seguito denominato semplicemente Regolamento) approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 30 del 06.06.2006;

CONSIDERATO che il nuovo servizio di igiene urbana, introducendo il sistema di raccolta porta a porta domiciliare ha reso necessario coinvolgere e informare la cittadinanza mediante una campagna pubblicitaria che ha consentito la promozione del servizio con il nuovo sistema di raccolta domiciliare, di pianificare le operazioni di avvio del servizio, di prevenire i possibili conflitti che sarebbero potuti emergere nel passaggio tra il “sistema stradale - misto” ed il “sistema porta a porta - domiciliare”, facendo comprendere bene i vantaggi per l’ambiente;

CONSIDERATO che il passaggio da un sistema di conferimento stradale ad una raccolta domiciliarizzata “porta a porta”, tramite l’assegnazione ad ogni singola utenza domestica di attrezzature proprie, si è reso indispensabile per rispondere ai seguenti obblighi di legge:
  • raggiungimento degli obiettivi di raccolta differenziata come previsti dall’art. 205 del D.Lgs n.152 del 03/04/2006 e dal Piano Regionale dei rifiuti approvato con DELIBERAZIONE N. 73/7 DEL 20.12.2008;
  • responsabilizzazione delle utenze domestiche nel conferimento dei propri rifiuti;
    controllo dei flussi provenienti dalle attività produttive, attualmente immessi nel circuito dei rifiuti urbani;
  • impedire il conferimento improprio nei contenitori stradali e migliorare la qualità dei rifiuti differenziati dei singoli contenitori;
RITENUTO necessario ed urgente, per le esigenze sopraindicate, dettare specifiche disposizioni e norme tecniche per il conferimento dei rifiuti da parte delle utenze domestiche, sia per quanto riguarda la fase dell’esposizione su strada dei contenitori, nei giorni di raccolta predeterminati, che per la ricollocazione dei contenitori all’interno degli stabili dopo l’avvenuto servizio di raccolta;

EVIDENZIATA la sussistenza dell’obbligo in capo al proprietario o all’amministratore, su delega dei condomini, di esporre i contenitori con le modalità i giorni e gli orari stabiliti dall’amministrazione comunale e dal gestore del servizio;

VISTE le Norme Comportamentali per il conferimento delle varie frazioni merceologiche, come riportate nell’Allegato B,alla presente ordinanza quale parte integrante;

CONSIDERATO che:
i rifiuti raccolti in maniera differenziata vengono inviati agli impianti di riciclaggio, consentendo quindi di recuperare materie prime con notevoli benefici per l’ambiente; i crescenti costi di smaltimento a termovalorizzatore stanno facendo aumentare in maniera notevole i costi del servizio e quindi indirettamente la tassa per i rifiuti solidi urbani richiesta ai cittadini, e che l’unico modo per contrastare tali aumenti è il raggiungimento di alte percentuali di raccolta differenziata;

RITENUTO ai fini della garanzia della tutela della salute pubblica e dell’ambiente, di integrare e sostituire le ordinanze precedentemente emesse in merito all’applicazione di obblighi, divieti e limitazioni relativi alla gestione dei rifiuti solidi urbani e speciali assimilati agli urbani;

RITENUTO opportuno disciplinare il servizio, con una ordinanza di specificazione ed attuazione dei contenuti per la disciplina del nuovo servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani e assimilati dettando regole e norme tecniche, sia per la fase di esposizione su strada dei contenitori nei giorni di raccolta determinati, che per la ricollocazione dei contenitori all’interno degli stabili dopo gli svuotamenti;

VISTO il D.Lgs. n. 267 del 18/8/2000 “Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali” ed in particolare l’art. 107 in tema di competenze dirigenziali;
Vista la Legge n. 94 del 15/07/2009 recante “Disposizioni in materia di sicurezza pubblica“ che dispone che all’art. 3 comma 6 che “ le sanzioni amministrative previste dai regolamenti ed ordinanze comunali per chiunque insozzi le pubbliche vie non possono essere inferiori all’importo di € 500,00;

VISTA la Deliberazione della Giunta Comunale n. 2 del 07/01/2010 recante la determinazione degli importi da pagare in misura ridotta ai sensi dell’art. 16 comma 2 legge 689/81 così come modificato dall’art. 6 bis Legge 125/08 e dalla Legge 94 del 15/07/ 2009;

ORDINA

a tutti i cittadini di osservare i sotto-elencati obblighi e divieti:
  • 1. obbligo di effettuare la raccolta differenziata della carta e cartone, imballaggi in vetro, plastica e contenitori metallici per alimenti, la frazione organica e le altre frazioni riportate nell’Allegato “A” – Modalità di conferimento rifiuti, alla presente ordinanza secondo le modalità stabilite e ivi indicate;
  • 2. osservare scrupolosamente le giornate e gli orari di raccolta riportati nello specifico “calendario”, collocando sacchi e contenitori sul suolo pubblico nelle immediate adiacenze dell’uscio di casa o dell’ingresso dell’attività, in modo tale da causare il minimo intralcio possibile. I sacchi devono essere posti in maniera ordinata e i contenitori devono avere il coperchio chiuso. Gli utenti devono provvedere al ritiro dei contenitori svuotati e alla loro ricollocazione all’interno delle proprietà private, il prima possibile dopo la fase di raccolta;
  • 3. Divieto di conferire all’interno dei contenitori adibiti alla raccolta del secco non recuperabile (sacchetti e bidoni carrellati) le frazioni soggette a raccolta differenziata riportate nell’allegato “A” alla presente ordinanza;
  • 4. Obbligo di conferire all’interno dei sacchi e dei contenitori adibiti alla raccolta differenziata, i rifiuti appropriati (le varie tipologie sono riportate nel calendario) e divieto di conferirvi frazioni estranee;
  • 5. Divieto di depositare a terra nei pressi dei contenitori utilizzati per la raccolta, qualsiasi tipo di rifiuto anche se recuperabile. Sul suolo pubblico è consentito, nei previsti orari e giornate di raccolta, il solo conferimento sfuso di carta e cartone debitamente ordinati e legati;
  • 6. Obbligo di usare per la raccolta della frazione organica, solo ed esclusivamente sacchetti biodegradabili;


AVVISA

L’inosservanza degli obblighi e dei divieti sopra riportati comporta le seguenti sanzioni:
  • Ai sensi dell’Art. 255 del D.Lgs.152/06 e s.m.i., l’abbandono di rifiuti sarà punito mediante l’applicazione della sanzione da € 105 a € 620, per i rifiuti non pericolosi e non ingombranti la sanzione sarà compresa tra € 25 e € 155.
  • Per ogni violazione saranno applicate le sanzioni previste all’Art.79 del “Regolamento per la gestione dei rifiuti urbani e assimilati e delle frazioni recuperabili raccolte in via differenziata, meglio specificate nell’Allegato C alla presente ordinanza, approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 2 del 07/01/2010, il cui importo varia da €. 166,00 a €. 1000,00;
  • Nei casi diversi da quelli sopra disciplinati si applicano le disposizioni dell’Art. 7 bis del D.Lgvo 267/2000 il quale prevede sanzioni da € 25 a € 500;
  • Il contravventore può avvalersi della facoltà di conciliare in via amministrativa il procedimento sanzionatorio,- art. 16 comma 2 legge 689/81 così come modificato dall’art. 6 bis Legge 125/08 - provvedendo entro 60 giorni dalla contestazione formale (ovvero dalla notifica del verbale) al pagamento in misura ridotta degli importi previsti con effetto liberatorio per l’estinzione delle violazioni, indicando nella causale: il numero del verbale ed il capitolo correlato alle su citate sanzioni - cap. E 7558
DEMANDA

al Comando di Polizia Municipale il controllo sul rispetto della presente Ordinanza, anche su eventuale segnalazione della società di gestione del servizio di raccolta dei rifiuti, per l’applicazione delle sanzioni previste.

INFORMA CHE

i divieti si intendono immediatamente esecutivi a decorrere dalla pubblicazione della presente Ordinanza all’Albo Pretorio Comunale.

Avverso i verbali comminanti le sanzioni amministrative pecuniarie previste dal presente provvedimento è consentito proporre memorie difensive da indirizzare all’autorità competente indicata nel verbale, presso il comando di Polizia Municipale di Nuoro entro il termine di 30 giorni dalla contestazione formale della violazione (ovvero consegna del verbale a mani dell’interessato o dalla notificazione dello stesso verbale in piego postale)

DISPONE CHE

la presente Ordinanza sia resa nota mediante la pubblicazione all’Albo Pretorio e sul sito internet del Comune: www.comune.nuoro.it;

F.to Il Dirigente Settore Manutenzioni e Ambiente
Ing. Maria Manca

ALLEGATI