COMUNE DI NUORO - Benvenuto sulle pagine del centro "Europe Direct"
Calendario
Indietro di un mese Aprile 2021 Avanti di un mese
LMMGVSD
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930
Traduttori
English Version
Version Française
Traduzioni automatiche a cura del motore Babel Fish di Altavista
Ricerca

Logo di Google


SEZIONE: Notizie

Notizie dall'Unione Europea - Febbraio 2016: Consiglio europeo unanime sulla necessità di una soluzione europea alla crisi dei rifugiati

Inserito il 09/03/2016 - Pagine: 9 - Letto: 10974

Invia l'articolo via mail Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su MySpace Condividi su Google Bookmark

In risposta alla crisi migratoria cui deve far fronte l'UE, il Consiglio europeo ha ribadito la necessità di un approccio globale e coordinato. Juncker: "dobbiamo procedere insieme a livello europeo".

Ieri notte i capi di Stato e di governo europei riuniti nel Consiglio europeo hanno ribadito che la strategia globale concordata per affrontare la crisi dei rifugiati "produrrà risultati soltanto se tutti i suoi elementi sono perseguiti congiuntamente e se le istituzioni e gli Stati membri agiscono insieme e in totale coordinamento."

Dopo la sessione dedicata alla migrazione il presidente Juncker ha dichiarato: "Prima della riunione c'era chi ancora dubitava della necessità di affrontare la crisi dei rifugiati insieme alla Turchia. Oggi abbiamo confermato che non ci sono alternative a una buona cooperazione con la Turchia. Prima della riunione c'era chi dubitava della necessità di un approccio europeo. Abbiamo detto all'unanimità stasera che dobbiamo procedere insieme a livello europeo, e che le iniziative nazionali individuali non sono raccomandabili. Spero che nei nostri prossimi incontri andremo avanti più rapidamente, perché in occasione di questo Consiglio tutti hanno confermato all'unanimità di voler risolvere il problema con un meccanismo di ricollocamento, mentre in precedenza alcuni avevano preso le distanze da questa soluzione".

Il Consiglio europeo ha accolto con favore la comunicazione della Commissione del 10 febbraio come contributo importante alla discussione dei leader. I capi di Stato e di governo hanno ricordato l'importanza di un approccio globale per contenere i flussi, proteggere le frontiere esterne, ridurre la migrazione irregolare e salvaguardare l'integrità dello spazio Schengen. Le conclusioni del Consiglio sottolineano che tutti gli elementi concordati lo scorso dicembre devono essere attuati con rapidità, comprese le decisioni sulla ricollocazione e le misure per garantire rimpatri e riammissioni, e che i lavori sulla proposta della Commissione relativa alla guardia costiera e di frontiera europea vanno accelerati per raggiungere un accordo politico durante la presidenza dei Paesi Bassi e rendere il nuovo sistema operativo al più presto. Un nuovo vertice UE-Turchia è in programma per marzo.

(Fonte: Commissione europea)